Leggi l'informativa del Regolamento Europeo GDPR - Il sito utilizza cookies per una migliore esperienza di navigazione.

  • '
    '

Biografia

Curriculum di Paolo Ferliga

Insegnamento di Storia e Filosofia e attività culturale e politica
   Nato a Brescia nel 1953, laureato e perfezionato in Filosofia presso l’Università degli studi di Milano e Padova, nel 1977 inizia a insegnare nelle Scuole medie inferiori, prima come insegnante di sostegno e poi di Lettere. Dal 1984 fino al 2017 passa alle Scuole superiori come docente di Storia e Filosofia presso il Liceo classico Arnaldo. 
   All’attività di insegnamento affianca un impegno culturale e politico nella vita della città, collaborando a diverse Fondazioni (Micheletti, Calzari Trebeschi, Civiltà bresciana, A. S. M.) e partecipando all’attività del Consiglio comunale (dal 1994 al 2000).
   
Formazione in psicologia analitica e supervisioni
   Nel 1995 si iscrive alla Libera Scuola di Terapia Analitica di Milano, frequentando tra gli altri, i corsi di Claudio Risé, Giulia Valerio, Daniele Ribola, Marina Valcareghi, Marco Gay, Franco Alloisio, Vincenzo Loriga, Pietro Andujar, Franco Lombardi. Si diploma in Psicologia analitica con la tesi Senex-Puer, Padre-Figlio, sfondi archetipici di una relazione maschile (Tutor Giulia Valerio). 
Dopo l’Esame di Stato si iscrive nel 1999 all’Ordine degli Psicologi della Lombardia e da allora esercita la libera professione come Psicoterapeuta.
   Dal 2000 al 2006 partecipa ai Seminari di perfezionamento junghiano tenuti a Verona da Giulia Valerio e Marco Gay. In quegli anni tiene con loro e con Claudio Risé incontri di   supervisione.
Nel biennio 1998-2000 inizia la sua formazione alla Sandplay Therapy con Maria Rosa Calabrese con cui svolge poi, dal 2008 al 2015, un lavoro personale e di supervisione.
Dal 2007 fa parte del Gruppo di ricerca e supervisione sperimentale sulla Sandplay Therapy di Zollikon (Zurigo), condotto da Martin Kalff che frequenta anche per la supervisione individuale . 
Dal 2008 al 2013 partecipa al gruppo di supervisione sui casi clinici che si riunisce a Milano, nello studio di Adriana Mazzarella, sotto la guida di Dieter Baumann, nipote di Carl Gustav Jung, con cui ha anche alcuni incontri di supervisione individuale.  

Attività come formatore e docente in campo psicologico
   Per la Società Italiana di Medicina generale ha svolto corsi sugli aspetti teorici ed epistemologici della medicina. Per la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia C.O.I.R.A.G. ha tenuto alcuni incontri sui fondamenti filosofici della Psicologia e per la Libera Scuola di Terapia analitica di Milano, lezioni e seminari su testi e tesi di Freud e Jung.

Dal 2008 al 2012 ha insegnato come professore a contratto Psicologia dell’educazione presso il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Infermieristiche ed Ostetriche della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca.

Nella primavera del 2014 fonda “Campo maschile”, gruppo di ricerca-azione sull’identità maschile, che si riunisce ogni quindici giorni a Brescia.

Dal 2017 collabora come formatore al Master di Fisiologia e Psicologia perinatale - APL/ASIPP (Milano).

Dal 2019 coordina ad Arco il "Laboratorio sui sogni" rivolto a chi opera nel campo della salute mentale, ma anche a tutti coloro che sono vivamente interessati al mondo dei sogni.  

Metodo clinico
Nella pratica clinica si ispira al pensiero di Carl Gustav Jung, valorizzando le potenzialità di autoguarigione presenti nell’inconscio personale e collettivo. Nella psicoterapia si preoccupa non solo della remissione dei sintomi, ma anche di favorire, quando è possibile, il personale processo di individuazione di ciascun paziente. Dal punto di vista  metodologico dedica particolare attenzione agli aspetti simbolici e trasformativi delle immagini che si presentano nei sogni e nell’immaginazione. In alcuni casi, utilizza anche il Gioco della sabbia.  

Campi di ricerca
   A livello teorico si occupa in particolare degli aspetti epistemologici della psicologia analitica, focalizzando la sua attenzione su: identità personale e condizionamento sociale, funzione educativa dei genitori nella formazione psicologica dei figli e in particolare sul ruolo del padre nella psiche individuale e collettiva, significato e funzione del senso di colpa, rapporto tra psicologia del profondo e religione, aspetti psicologici delle nuove tecnologie riproduttive, diverse forme di dipendenza tipiche della società contemporanea, problematiche psicologiche favorite dai social network e dalle diverse tecnologie informatiche.    

Principali pubblicazioni in campo psicologico 
Jung antisemita? Un’accusa infondata, in “Reset” ( Milano, marzo-aprile 2003, n°76).
Il segno del padre nel destino dei figli e della comunità (Moretti&Vitali 2005. Nel 2011 esce la seconda edizione con una sitografia a cura di Antonello Vanni).
Attraverso il senso di colpa. Per una terapia dell’anima (Ed. San Paolo 2010). 
Prefazione Le immagini dell’inconscio. Il contributo di Nise da Silveira, di Eugenio Pelizzari (Moretti&Vitali, Bergamo 2010).
Psicologia e Società  manuale per i licei delle scienze umane opzione economico-sociale, (con Elena Bianchetti, Ed. La Scuola 2012).
Curare l’anima. Psicologia dell’educazione (con Claudio Risé, Ed. La Scuola 2015).
Fecondazione eterologa: il corpo come luogo simbolico dell’origine 
in “Anthropologica, Annuario di studi filosofici 2016” (Ed. Meudon 2016).
Ha curato la pubblicazione di Martin Kalff, Ascoltando il corpo. Nuove vie per il Gioco della sabbia (Moretti&Vitali, Bergamo 2018) in cui, col titolo Riconoscere la ferita: storia di un uomo, presenta un’esperienza clinica con la Sandplay Therapy. 
Per l’elenco completo vedi la voce Pubblicazioni del sito www.paoloferliga.it.